Arredare casa con una stufa a legna: i consigli degli esperti

L’arredamento di una casa non è più solo un progetto che riguarda mobili e accessori, ma anche i complementi per il riscaldamento. E cosa c’è di meglio di una stufa a legna per impreziosire gli spazi e rendere il luogo caldo durante gli inverni rigidi? Ecco i consigli degli esperti su come arredare casa con una stufa a legna.

Dove si colloca una stufa a legna?

La stufa a legna è uno dei sistemi per il riscaldamento più noti e impiegati all’interno delle case. Non solo funzionali, perché nel tempo sono diventati dei veri e propri oggetti per l’arredo. Un alleato ecologico perché consente la combustione naturale, caratteristica e affascinante che regna durante l’inverno.

È senza dubbio una valida alternativa alle classiche soluzioni di riscaldamento esistenti, con una attenzione particolare al design e all’efficienza coniugandosi perfettamente con la sicurezza.

I modelli di stufa a legna sono tantissimi e, come evidenziano i professionisti di https://www.fuocoserafin.com/    l’occhio attento del design si deve associare a quello della collocazione (e progettazione).

La scelta della stufa a legna è un investimento che nel tempo da i suoi risultati ma è bene valutare la tipologia, la grandezza e anche la propria necessità personale per raggiungere gli obiettivi preposti.

Il ruolo decisivo lo giocano fattori come dimensione e collocazione anche per godere di tutte le sue funzionalità n merito al riscaldamento della stanza. Una struttura piccola in un ambiente grande non sarà mai in grado di svolgere il suo lavoro, così come la situazione inversa. Ma non è tutto, perché se si sbaglia la collocazione si potrebbe inciampare in problema di diffusione del calore, lasciando metà della stanza al freddo. Come si può risolvere questo problema?

Arredamento con stufa a legna: come fare?

Quando si decide di acquistare una stufa a legna sarebbe sempre bene chiedere consiglio ad un professionista del settore. Non tanto per una questione di design, ma per le sue caratteristiche e dimensioni che dovranno essere affini all’abitazione.

In linea generale si può affermare che:

  • Per le abitazioni a due piani, una stufa a legna andrebbe collocata vicino alle scale così che la circolazione del calore si espanda anche al piano superiore. In certi casi è utile creare delle feritoie all’interno dei solai arricchite da ventole apposite, sempre nel pieno rispetto delle normative che regolamentano questa soluzione.
  • Per tutte le abitazioni che hanno soffitti alti è bene provvedere alla sistemazione delle ventole. Queste sono utili per garantire un riciclo di aria calda continuo così che non ristagnino solo sulla parte superiore (lasciando la parte dove si vive al freddo).
  • Se invece si ha una stanza con un tetto basso sarà bene collocare la stufa proprio in questa, così da garantire una zona sempre calda e confortevole.
  • Quando si ha a che fare con una abitazione molto ampia allora è consigliata l’installazione di due stufe a legna piccole così da distribuire il calore in maniera opportuna.

E il sistema di diffusione quando è consigliato? Nel momento in cui si ha una abitazione ambia che viene utilizzata per intero. Ma attenzione, in questo caso occorreranno dei lavori sulla muratura.

Naturalmente, come accennato, non deve mancare l’attenzione ai dettagli estetici al fine che la stufa si sposi perfettamente con l’ambiente che la ospita.