Calzature antinfortunistiche – indispensabili per la sicurezza sul lavoro

Al giorno d’oggi chi svolge un lavoro pesante o comunque che richiede una certa attenzione, deve necessariamente indossare delle scarpe antinfortunistiche. Esse infatti sono indispensabili per garantire la massima sicurezza al lavoratore e per evitare che possa avere dei seri problemi. Le scarpe infortunistiche non sono tutte uguali, ma variano a seconda della professione che si deve svolgere. Esistono ad esempio dei particolari tipi di calzature che assicurano l’isolamento elettrico (necessario per chi opera con la corrente elettrica) e l’impermeabilità oppure quelli che allontano il rischio di schiacciamento in caso di carico pesante. Tuttavia non bisogna sottovalutare anche gli altri mestieri in quanto non soltanto quelli manuali possono essere pericolosi per l’uomo. Chi infatti si trova a contatto con pazienti malati, con una folla considerevole di persone oppure con prodotti alimentari, corre lo stesso rischio ed ha bisogno ugualmente di scarpe adatte alla mansione svolta. Per questo motivo le calzature antinfortunistiche vengono incontro alle esigenze sia dei lavoratori che dei datori di lavoro, i quali devono occuparsi personalmente di questo obbligo.

Le leggi sulle calzature infortunistiche

Indossare delle calzature antinfortunistiche non è solamente un’attenzione a cui il lavoratore deve provvedere ma un vero e proprio dovere. Oggigiorno infatti esistono in merito delle vere e proprie leggi. Se si trasgredisce alle normative poi, ci sono delle salate sanzioni che andranno a gravare sul datore di lavoro e lo limiteranno nello svolgimento della sua attività. È bene sapere inoltre che tutte le scarpe antinfortunistiche sono dotate di specifiche certificazioni che ne evidenziano le differenti caratteristiche. In questo modo sarà più semplice scegliere la tipologia di calzatura più consona alle proprie esigenze. Vi è ad esempio la sigla SB la quale sta ad indicare un modello di scarpe che possiedono una sicurezza di base. Solitamente esse sono caratterizzate da una punta in acciaio ed una suola antistatica. La sigla S1 invece corrisponde ad una scarpa avente la sicurezza base con l’aggiunta di un sostegno antiperforazione che va a proteggere il piede ed in particolare la zona del tallone. Alla sigla S2 viene aggiunta la caratteristica dell’impermeabilità per un periodo che supera circa i sessanta minuti. Le scarpe però più sicure in assoluto sono quelle che hanno le sigle S4 e S5. Queste ultime infatti sono estremamente sicure in quanto sono anche antiscivolo, antiabrasione ed antiacido e sono l’ideale per chi si trova a svolgere lavoro particolarmente pericolosi o difficoltosi.

I prezzi delle calzature antinfortunistiche

Poiché le calzature antinfortunistiche rappresentano delle tipologie di scarpe molto particolari e senza dubbio molto sicure, hanno una fascia di prezzo medio alta. In ogni caso il costo può variare sensibilmente da un modello all’altro e tiene in considerazione principalmente i materiali con i quali le calzature sono prodotte. Essi infatti possono variare da quelli più comuni fino ad arrivare a quelli più innovativi e tecnologici.