Come proteggere al meglio i bambini in moto: Caschi da motocross per bambini

casco motocross per bambini_800x533

La sicurezza dei bambini viene prima di tutto, è un dato di fatto. Soprattutto quando si parla del motocross, uno sport che negli ultimi anni ha trovato grande diffusione tra i più giovani.

Ma come proteggerli da eventuali rischi dovuti a cadute o urti accidentali?

Qualunque sia l’età dei nostri bambini, se si decide di assecondare la loro passione, la risposta è una sola, scegliere un buon casco solido e robusto che sia adatto a lui, e che sia in grado di soddisfare due criteri semplici ma preziosi, sicurezza e comfort.

I caschi da cross per bambini hanno le stesse caratteristiche di quelli per adulti, naturalmente sono più piccoli, per adattarsi perfettamente alla testa del bambino, ma offrono la stessa protezione del casco di un adulto.

Come quest’ultimi hanno una calotta esterna ad altissima resistenza tipicamente realizzata in policarbonato, PVC, polimeri termoplastici, kevler o fibra di carbonio, e un guscio interno composto da EPS (polistirolo espanso) in grado di attutire i colpi. Materiali che garantiscono unun peso contenuto per non recare disturbo durante la guida.

Molti modelli sono dotati di un sistema di ventilazione che favorisce la circolazione dell’aria all’interno del casco mantenendo la testa fresca e asciutta durante l’utilizzo, e di un cinturino e visiera regolabili.

Anche lo stile è importante. Infatti i caschi per motocross da bambino sono disponibili in una vasta varietà di forme, dimensioni, stili e colori.

Omologazione

Uno degli argomenti più spinosi quando si parla di caschi è quello relativo alle omologazioni.

Ogni casco infatti deve essere omologato dal ministero dei Trasporti o secondo la specifica direttiva europea ECE/ONU 22-05, che impone i requisiti di sicurezza base che i caschi messi in commercio devono rispettare, e che vanno dalla capacità di assorbire l’urto all’allentamento, passando per la resistenza della visiera.

Ogni componente viene quindi sottoposta a test secondo gli stessi protocolli universali, autorizzandone solo in secondo ordine l’immissione nel mercato europeo.

Tale codice di omologazione è riscontrabile nell’etichetta applicata solitamente su ogni cinturino, la quale può darci molte informazioni utili sulla fabbricazione del casco stesso e sulle sue caratteristiche ai fini di un utilizzo corretto.

Le omologazioni dei caschi iniziano sempre con “ECE 22”, un codice composto da due cifre iniziali che indicano la versione della direttiva relativa all’omologazione dello specifico casco, seguite dal numero distintivo della nazione di omologazione, ad esempio E3 per quanto riguarda l’Italia o E1 per quanto riguarda la Germania, e così via.

Per cui è estremamente sconsigliato acquistare caschi privi dell’etichetta perché all’occorrenza non potrebbero proteggere i nostri piccoli centauri come dovrebbero.

La giusta taglia del casco da cross

Dopo aver verificato che il casco rispetti le direttive europee sugli standard di sicurezza è da considerare la dimensione del casco. Infatti quando si indossa un casco, la vestibilità è il fattore più importante.

Il casco dovrebbe aderire perfettamente alla testa e non spostarsi da un lato all’altro quando è indossato, o costringere eccessivamente la testa esercitando una pressione ai lati del volto.

Crescendo il bambino, cambierà anche la dimensione della testa. Molti genitori hanno la tendenza ad acquistare taglie grandi per i loro bambini per non dover acquistare in breve tempo altri caschi. Tuttavia, questa è una strategia sbagliata e non si dovrebbe mai fare.

E’ dunque necessario acquistare la taglia esatta scegliendola tra le misure disponibili sul mercato, che vanno dalla S alla L.

La prima cosa da fare per valutare la giusta dimensione è quella di misurare la circonferenza della testa del nostro bambino, facendo passare il metro poco sopra le orecchie, e poi confrontare i centimetri con le taglie corrispondenti.

Altri fattori da considerare quando si sceglie il casco da cross

L’acquisto di un casco da motocross può essere un compito arduo, con così tanti stili e marchi sul mercato, scegliere quello giusto può essere difficile, per cui è utile seguire alcune linee guida.

Oltre agli standard di sicurezza e alla taglia si deve sempre prestare attenzione all’imbottitura interna. Assicuriamoci che il casco abbia un interno adeguatamente foderato, con imbottitura intorno al collo e sulle guance ultra comoda da indossare e con una buona traspirabilità.

È inoltre molto importante che gli inserti interni possano essere rimossi e lavati così da assicurare sempre la massima igiene.

Altro fattore importante è l’aereodinamicità. Scegliere un casco areodinamico può dare più libertà di movimento ad alte velocità.

La migliore protezione è garantita da caschi integrali che non solo coprono e proteggono l’intera testa da eventuali lesioni durante un incidente ma salvano anche la faccia e il collo del bambino.

Caschi da moto per bambini: le novità del 2018

C’è molta scelta quando si tratta del colore e dello stile di questi caschi. Qui di seguito trovi alcune novità del 2018 nella categoria dei caschi sportivi, che vantano il più conveniente rapporto tra qualità e prezzo.

Shot 2018 Furious Spectre: realizzato in policarbonato è una delle ultime novità dell’azienda Shot. Questo casco da cross con un design moderno è dotato di omologazione ECE 22-05 valida in Europa. Gli interni hanno un’alta traspirabilità e sono completamente removibili e lavabili.

Ottimo anche il sistema di aerazione che prevede 6 prese d’aria, e il sistema di chiusura a doppio anello, che rende il casco estremamente sicuro.

Airoh Archer Chief: realizzato in termoplastica è prodotto dall’azienda italiana Airoh, leader nel settore. Ha un frontino regolabile, nonché un sistema di ritenzione con doppia D che garantisce la massima sicurezza.

Freegun 2018 XP-4 Nerve: realizzato in poliuretano è caratterizzato da un notevole comfort, dovuto alla barra mentoniera con inserto ammortizzante.

Acerbis 2018 Impact 3.0: presenta la visiera è regolabile. Gli interni sono comodi, in tessuto traspirante, sono removibili e lavabili. E’ possibile acquistarlo nelle seguenti colorazioni: nero-blu, bianco-verdefluo, blu-arancionefluo, bianco-blu, arancionefluo-bianco, giallofluo-rosso, nero-arancionefluo, rosso-blu, adatto, quindi, veramente a tutti i gusti.

Fox 2018 V1 Sayak: realizzato seguendo le normative ECE 22.05 e DOT, si presenta con una grafica accattivante e una finitura lucida. Presenta una robusta costruzione e un’ottimale sistema di aerazione con 9 porte di ingresso e 4 di uscita che permettono un ricircolo dell’aria sufficiente a rendere l’interno del casco confortevole.

Fonte: www.latuamoto.com