Cosa fare a marina di grosseto

Marina di Grosseto si trova nel cuore della Maremma toscana, dista solo 12 km da Grosseto ed è adagiata sul litorale tirrenico; il primo centro abitato risale al 1793, anno in cui i Lorena hanno commissionato la cosiddetta Torre del Sale.
La cittadina, divenuta negli anni un rinomato centro turistico, accoglie i numerosi vacanzieri che la scelgono per il suo patrimonio storico-culturale e le incantevoli spiagge.
I luoghi da visitare sono innumerevoli e tra questi non possono mancare la Cappella del Cristo e delle Strillaie, la Chiesa e il Forte di San Rocco e la Colonia marina di Giuseppina Saragat.
La Cappella del Cristo, edificata nei primi anni del Novecento, è costituita da una sola aula con pianta rettangolare e tetto a capanna; stilisticamente ricalca, invece, le orme delle cappelle rurali sorte, all’interno delle tenute, alla fine del Settecento.
La Cappella delle Strillaie, nei dintorni della pineta del Tombolo, è stata realizzata sulle rovine di un precedente edificio e consacrata nel 1952; conserva le sembianze di una chiesetta campestre e presenta, sulla facciata principale, un duplice architrave e un rosone.
La Chiesa di San Rocco che si affaccia, invece, su Piazza Indipendenza, è stata innalzata nel 1923 e dedicata a Santa Maria della Vittoria.
La struttura, originariamente in stile neoromanico, è stata oggetto di diversi interventi e vanta, oggi, il contributo di diversi stili architettonici.
Al suo interno si possono ammirare diverse opere; tra queste i mosaici che portano la firma di Luciano Fravet e gli affreschi di Arnaldo Mazzanti.
Il Forte di San Rocco, voluto dalla famiglia Lorena, deve il suo nome a un antico villaggio di pescatori e comprende una torre rettangolare disposta su tre livelli (complesso principale) che, a ovest, guarda il mare; in passato ha svolto la duplice funzione di base logistica e fortezza per il monitoraggio del litorale.
La Colonia marina di Giuseppina Saragat, simbolo dell’archeologia industriale, è stata costruita negli anni Cinquanta e per diverso tempo è stata un centro vacanze; è immersa nella pineta, copre una superficie di quasi 1.500 metri quadrati e dista poche centinaia di metri dalla costa.
Gli amanti del mare e della tintarella possono, invece, recarsi in una delle numerose spiagge che costeggiano il litorale. Vi sono aree libere, ma non mancano stabilimenti balneari dotati di molteplici servizi.
I fondali bassi, in corrispondenza del bagnasciuga, rendono questa zona particolarmente adatta e sicura per tutte le famiglie con prole; vi è, infine, la possibilità di praticare diversi sport acquatici come la vela, il wind-surf e il kite-surf.
Il Bagno mio e tuo, in Via Alfredo Catalani, vanta un’ampia offerta comprensiva di piscina e punti di ristoro (bar e ristoranti).
Il Bagno Giglio, situato sul Lungomare Leopoldo II di Lorena, gode di una posizione privilegiata: si trova, infatti, in una delle zone più belle, dove a farla da padrone sono la pineta, che corre parallelamente al mare, la sabbia soffice e fine e le acque cristalline.
Tra i servizi offerti si annoverano: lettini, spogliatoi, piscina con idromassagio, wi-fi, ristoranti, area giochi per i più piccoli e accesso per le persone diversamente abili.
Il Bagno Miramare, anch’esso ubicato sul Lungomare Leopoldo II di Lorena, è dotato di ogni genere di comfort ed è molto apprezzato dalle persone più sportive, che possono divertirsi giocando a beach volley o beach tennis.
La località toscana e i suoi dintorni regalano, inoltre, emozioni stupende agli amanti dell’attività fisica e della natura.
I primi possono percorrere una delle tre incantevoli piste ciclabili: una parte da Marina di Grosseto e arriva a Grosseto; la seconda, immersa nella pineta, porta a Principina a Mare; la terza e ultima congiunge, invece, Marina di Grosseto con Castiglione della Pescaia.
Gli altri possono, invece, recarsi presso la Riserva Naturale Diaccia Botrona, una delle più belle aree umide che ci sono in Italia.
Le specie floristiche e faunistiche che si incontrano sono innumerevoli e comprendono: cannuccia palustre, giunchi, carici, falco pescatore, nibbio, airone bianco, volpe, istrice e rettili.
Non mancano, infine, le occasioni per concedersi una stupenda passeggiata: la strada principale è l’ideale per fare un po’ di shopping o prendere un aperitivo in uno dei tanti locali, mentre l’altra, parallela alla prima, si presta maggiormente a chi desidera mantenersi in forma pedalando o correndo.
Il divertimento prosegue nel corso della serata quando, dopo aver degustato qualche piatto tipico della tradizione locale, si può fare una camminata al chiaro di luna o recarsi in uno dei tanti locali della zona.
La cittadina dispone, infine, di molteplici strutture ricettive: non mancano, infatti, i residence, i campeggi, gli agriturismi e gli alberghi, come l’Hotel Marina di Grosseto.
Il 16 agosto di ogni anno viene, infine, festeggiato San Rocco, patrono della località; nelle vie, per l’occasione, si tiene una processione e la giornata si conclude con un suggestivo spettacolo pirotecnico in riva al mare.
La località toscana si rivolge, concludendo, a un target estremamente vario che comprende giovani che desiderano divertirsi, famiglie con figli e persone che desiderano trascorrere una vacanza, in cui alternare i momenti di pace e relax con quelli destinati ad arricchire la propria cultura.