Costruzioni a secco, la semplicità di realizzare strutture metalliche

Costruire a secco significa cercare di implementare il mondo edilizio di un sistema completamente negativo. Le lavorazioni di carpenteria metallica sono la novità che attinge dal settore della produzione industriale siderurgica e arriva nel mondo dell’edilizia per cercare di mettere in campo la realizzazione di manufatti sostenibili e soprattutto, tecnologici da un punto di vista edilizio.

A differenza di processi costruttivi ad umido, le costruzioni a secco metalliche rappresentano un modo per costruire molto più semplice rispetto al passato ed inoltre, anche completamente più semplice.

Le caratteristiche delle costruzioni a secco con strutture metalliche

Le costruzioni a secco con strutture metalliche, nel tempo, sono diventate sempre più diffuse anche in Italia. Funzionano con dei sistemi integrati di componenti prelavorati e strutturali. Il cantiere è il luogo in cui si andranno a comporre tutti questi elementi in maniera più breve possibile.

Le modalità per la realizzazione di strutture metalliche è molto semplice, in quanto si tratta di strutture semplificate e da costruire secondo delle modalità prefigurate. I pezzi preassemblati in officina sono di buona fattura e si tratta di componenti edilizi anche molto competitivi sul mercato.

La realizzazione di strutture e capannoni metallici è più facile proprio perché parte dal concetto di prefabbricazione. Vediamo come fare per realizzare capannoni prefabbricati in metallo e soprattutto, quali sono le caratteristiche delle costruzioni a secco.

Le caratteristiche dei capannoni metallici

La carpenteria metallica è sempre più diffusa in Italia. Infatti, la tecnica costruttiva a secco avviene attraverso la realizzazione di strutture prefabbricate in acciaio. Si tratta di una valida alternativa ai metodi costruttivi ad umido. Questo tipo di realizzazione in prefabbricazione riesce a risolvere tutta una serie di aspetti critici del costruire moderno. In più, c’è anche da sottolineare che si tratta di un modo di realizzare capannoni industriali più economico e che riesce anche a garantire una maggiore sostenibilità.

Le costruzioni metalliche, a differenza di quelle in laterocemento, non hanno la necessità di fare dei getti in opera, escludendo ovviamente le fondazioni. Piuttosto la struttura in acciaio prevede un metodo di costruzione più veloce, così come anche la fase di montaggio. Non è un caso infatti, che si parla di un tecnica costruttiva di capannoni industriali che è molto più semplice.

Le specificità delle costruzioni a secco

Nelle costruzioni a secco, ovvero nella realizzazione di capannoni metallici, vi è una caratteristica da non sottovalutare, ovvero il montaggio veloce. Realizzare capannoni prefabbricati in acciaio rispetto al metodo costruttivo classico, riduce completamente i tempi di realizzazione. I componenti in acciaio provengono da un concetto di prefabbricazione che rende più facile realizzare le strutture che si vogliono.

Inoltre, anche se la fase di progettualità può essere un po’ più lunga, in realtà i tempi di montaggio sono contenuti. Come se si realizzassero dei capannoni prefabbricati fatti in strutture di acciaio, o in generale metalliche, che sono anche particolarmente flessibili.

La caratteristica di flessibilità è molto utile in quanto grazie alla stratificazione del sistema costruttivo a secco si ha anche la possibilità di tarare sia le prestazioni acustiche, che quelle termiche, antincendio e non solo. Un’altra cosa importante è che queste costruzioni possono garantire un cambio d’uso molto più semplice tra ristrutturazioni e ampliamenti, senza dover stravolgere la struttura di base.

Le altre caratteristiche delle costruzioni a secco

Le costruzioni a secco metalliche sono assolutamente da prendere in considerazione per realizzare i capannoni prefabbricati oppure strutture metalliche, in generale, in quanto riescono a garantire non solo soluzioni tecnologiche molto rapide, ma anche sostenibilità ed efficienza energetica. Ecco perché sta diventando un comparto molte rilevante del Paese insieme all’uso di altri materiali sempre più diffusi nell’ambito dell’innovazione edilizia. Nel corso dei prossimi anni potrebbe diventare uno dei metodi più usati nel settore edilizio agricolo ed industriale.