Emporio Armani presenta la nuova collezione moda dedicata alle ragazze

armani store

Emporio Armani propone la nuova collezione che si ispira alle ragazze di oggi che con grande spirito di libertà si muovono di giorno e di notte per divertirsi. I tempi cambiano e anche i modi di fare delle giovani donne seguono i trend del momento. Secondo Giorgio Armani le ragazze d’oggi si sanno divertire molto di più di quelle di qualche decennio fa. Il loro spirito è apprezzabile per questo motivo meritano di essere ricordate con una collezione ad hoc per la stagione autunno-inverno 2019.
Tutti gli abiti sfoggiati sono caratterizzati dalla presenza di tessuti molto pregiati, dove il velluto ricopre un ruolo di prim’ordine ma non sono da meno neanche le pellicce molto lunghe (ovviamente ecologiche), paillettes per le grandi occasioni. I colori scelti sia per i capi che per gli accessori sostanzialmente sono due: il verde smeraldo e il turchese. Entrambi possono essere ben abbinati al nero e il loro ruolo è proprio quello di spezzare la monotonia del monocolore.

Una collezione dove il logo “EA” assume più ruoli

Inoltre sulla passerella hanno sfilato minigonne, camperos bianchi e argento, giacche attillate e borse di piccole dimensioni, cappotti voluminosi, pullover con una spruzzata di polvere di stelle, giusto per creare un certo contrasto. Nei maglioni, inoltre, appare l’immancabile logo “EA” della casa di moda. Lo stesso simbolo del brand appare anche nelle borse, divenendo un manico molto pratico. In alcuni casi diviene anche una preziosa cintura sulla giacca o un monile per un soprabito lavorato in maniera raffinata.
Ogni capo di abbigliamento di Armani non ha una forma standardizzata: alcuni abiti sono molto lunghi altri piuttosto corti. Le gambe delle ragazze d’oggi sono sempre a vista e ai piedi vi sono degli stivali che arrivano fino ai ginocchi.
La linea moda di Emporio Armani propone per le grandi occasioni dei vestiti dai toni più classici, dove il nero e il blu sono i colori privilegiati. Lo stile per buona parte dei capi dello stilista milanese, malgrado una certa tendenza a rifarsi al classico, rimane casual.