Fascia dimagrante: funziona oppure è una bufala?

fascia-dimagrante_800x450

Le donne, ma anche gli uomini, cercano in tutti i modi di ottenere un girovita e dei fianchi da urlo! Il vitino da vespa è infatti sin dai tempi passati caratteristica immancabile per una donna. Purtroppo però la sola dieta e gli addominali spesso non sono sufficienti. Ed è qui che entra in gioco la fascia dimagrante. Cos’è? Funziona realmente? Dove la trovo? Scopriamolo insieme!

Scopriamo come funziona la fascia snellente

La fascia snellente, come spiegato in maniera dettagliata su prodimag.it ha un funzionamento molto semplice, sfruttando la produzione di calore naturale da parte del corpo incrementa la temperatura nell’area in cui viene utilizzata, andando ad aumentare i livelli metabolici dell’organismo. Aumentando la temperatura interna dell’organismo si bruciano più energie al fine di tenere la temperatura corporea costante. Questo meccanismo mette in moto una sorta di affaticamento che viene compensato bruciando più velocemente le calorie e i grassi di riserva.

Esistono diverse tipologie di fascia addominale dimagrante, ma tutte funzionano allo stesso modo. La classica sfrutta un tessuto chiamato neoprene (ma ce ne sono anche altri), che s’indossa semplicemente usano il veltro o i ganci per chiuderla. Altri modelli invece combinano non solo l’effetto termogenico ma anche quello elettrostimolante che amplifica lo stimolo, proprio come accade quando ci si allena in palestra. In tal caso la fascia è doppia e si utilizza prima indossandola, e poi collegandola ad una presa elettrica, così da attivare la stimolazione.

Ulteriore modello è quello della vibro sauna, ovvero una fascia dimagrante di tipo vibrante che unisce la funzione del calore prodotta dal corpo con il massaggio che viene effettuato dalle vibrazioni.

Fascia dimagrante: dove applicarla?

Il modello più famoso di fascia snellente è quello che implica l’applicazione su pancia, fianchi e schiena. Sono le più famose e anche le più richieste. La fascia dimagrante non è solo di tipo addominale. In commercio infatti esistono vari modelli che si possono utilizzare anche per le cosce, per ridurre la loro circonferenza. In tal caso in commercio sono presenti dei prodotti che combinano sia la fascia dimagrante classica che i pantaloncini, così da creare un perfetto 2 in 1 che lavora sulla zona bassa del corpo, glutei compresi.

Vantaggi e svantaggi della fascia dimagrante

Come per tutti i coadiuvanti per il dimagrimento, anche la fascia snellente presenta dei vantaggi e degli svantaggi. Tra gli effetti benefici sicuramente figura un dimagrimento semplice e soprattutto sicuro. Aumentando la temperatura del corpo, l’organismo lavora per mantenere costante il calore e per effettuare questo procedimento impiega energia e calorie. Lo svantaggio, se così lo vogliamo chiamare, sta nello sforzo che bisogna effettuare per produrre calore. Anche se la fascia lavora continuamente mentre la indossi, è fondamentale fare attività fisica, anche una passeggiata a passo veloce, affinché nel corpo si verifichi un innalzamento della temperatura e quindi ci sia produzione di calore e sudore. Inoltre la fascia addominale non è una panciera, non va bene per chi ha un addome rilassato tendente verso il basso.

Come si utilizza la fascia snellente?

La fascia addominale s’indossa comodamente sotto ai vestiti sia durante gli allenamenti che mentre si eseguono le normali azioni di vita quotidiana. Va applicata direttamente sulla pelle. Si allaccia solitamente grazie all’ausilio o del velcro o dei gancetti che rendono agevole la chiusura. Utilizzata sotto i vestiti, questi non si bagnano, poiché la fascia non permette il passaggio del sudore attraverso i tessuti.

Va impiegata almeno tre volte a settimana per due ore. Più si utilizza maggiori sono i benefici. Ovviamente è fondamentale seguire sempre una dieta sana e bilanciata, mangiando alimenti ricchi di vitamine, Sali minerali e fibre. Anche l’attività fisica è fondamentale. Tre allenamenti settimanali sono sufficienti per ottenere benefici tangibili.

La fascia snellente non va acquistata in una taglia più piccola di quella reale nella speranza di accentuare e velocizzare il dimagrimento. Ricordiamo che l’obiettivo non è comprimere, ma solo riscaldare la zona interessata. La compressione infatti può solo peggiorare la situazione creando problemi di ritenzione idrica.