I 10 ponti più belli da visitare a Roma!

“Roma che la più bella,Roma che la più bella sei der monno” così cantava Antonello Venditti in una delle più celebri canzoni italiane, che tra le tante omaggia la capitale del nostro Bel Paese! Roma è proprio quella città in grado di sorprenderci continuamente: romantica, casinara, elegante, semplice ma raffinata e potremmo continuare fino all’infinito! Il fiume Tevere, che bagna Roma sin dalle sue origini, scorre ancora oggi indisturbato nel cuore della città costituendo, se così si può dire, l’anima della capitale. Proprio lungo il corso del Tevere, sorgono  alcuni dei ponti più belli di Roma, molti di essi antichi ed altri più moderni e costruiti recentemente, che regalano prospettive e punti di vista inediti da cui guardare alla città!

Non ci resta allora che scoprire quali sono i ponti di Roma più belli su cui vale la pena passeggiare se ci troviamo a far visita alla nostra capitale! Qui di seguito vi riportiamo i 10 più belli da cui potrete godere di una vista mozzafiato sulla città in ogni momento della giornata! E mi raccomando…è obbligatorio prender nota!

I ponti di Roma più antichi: un vero tuffo nel passato

Iniziamo il nostro itinerario tra i vari ponti che sovrastano il Tevere e rendono Roma ancor più affascinante, da quello che ad oggi è considerato il ponte più antico della città: il ponte Fabricio. Questo ponte prende il nome da Lucio Fabricio che all’epoca si occupava delle strade di Roma. Il ponte, che ha più di 2000 anni, ha resistito in maniera eccezionale nel corso del tempo, mantenendo intatta la sua struttura.

Perchè dovremmo visitarlo? Oltre ad offrirci una stupenda vista sul lungotevere è l’ideale per passeggiate al tramonto e collega inoltre due punti di notevole interesse della capitale: l’isola Tiberina ed il Ghetto ebraico, anch’essi meritevoli di essere visitati!

Nei pressi dell’isola Tiberina è possibile trovare anche un altro ponte antichissimo che permetteva il collegamento con Trastevere: si tratta di ponte Cestio. Distrutto e ricostruito diverse volte, il ponte, chiamato anche Ponte Ferrato,per via della presenza, in passato, di catene che servivano per ancorare i mulini sul fiume, regala a chiunque la sensazione di passeggiare in una delle strade della Roma antica, facendo un salto indietro nel tempo lungo secoli!

Non è possibile non annoverare poi tra i ponti più antichi di Roma, il Ponte Rotto, risalente al III sec. a.C.che è ciò che rimane di Ponte Emilio, situato di fronte all’Isola Tiberina.

Impossibile non aver mai sentito parlare di Ponte Milvio: forse uno dei ponti più celebri ed antichi di Roma, per via dei moltissimi lucchetti apposti da coppie di innamorati che si promettono proprio in questo luogo amore eterno, Ponte Milvio è famoso per la battaglia di Massenzio svoltasi sulle sue sponde intorno al 312 e che vide contrapporsi gli imperatori Costantino e Massenzio. E’ oggi uno dei ponti più visitati per via del panorama suggestivo e per la presenza nelle vicinanze di importanti monumenti di interesse storico e locali in cui divertirsi e gustare ottimi aperitivi a Roma!

Ponte Sant’Angelo o ponte degli angeli, per via delle eleganti statue che lo caratterizzano,è invece uno dei luoghi più incantevoli della città: sospeso sugli specchi d’acqua del Tevere, costituisce il passaggio per arrivare all’omonimo castello e permette di godere di una delle più spettacolari viste panoramiche sulla splendida capitale!

Ultimo ma non meno importante tra i ponti romani più antichi, Ponte Sisto, meta gettonata nel week end dai romani e non solo, da tutti coloro che amano lasciarsi affascinare dai giochi di luce della città che si riverberano nelle acque del nostro amato Tevere.

I ponti di Roma più recenti

Sono invece 4 i ponti più “giovani” della città eterna, belli ed affascinanti proprio come i più antichi ponti di Roma:

  • Ponte Palatino, costruito intorno all’800, detto anche Ponte all’inglese per via del senso di marcia invertito;
  • Ponte Risorgimento, costruito negli anni Novanta dello scorso secolo, è uno dei primi ponti in cemento armato costruiti nella capitale. Formato da un’unica arcata di 100 m di lunghezza, fu costruito per celebrare i 50 anni dell’Unità d’Italia;
  • Ponte della Musica, probabilmente uno dei ponti più suggestivi della città, che sostituisce un tutt’uno con l’Auditorium Parco della Musica di Renzo Piano;
  • Ponte Ostiense, è invece uno dei ponti più moderni della città(inaugurato nel 2011), che non sovrasta il Tevere, ma è un vero e proprio cavalcavia sulla ferrovia, capolavoro di architettura ed ingegneria civile di ultima generazione.