I metodi migliori per cercare lavoro nel 2018

Con la grave crisi economica che ha fortemente abbassato il livello occupazionale, trovare un lavoro è diventata una vera impresa, non solo per i giovani che sono alla ricerca del primo impiego ma anche per i meno giovani che, da un giorno all’altro, si sono ritrovati senza un’occupazione.

Una formula magica per trovare un lavoro non esiste ma, di seguito, vi proponiamo una serie di accorgimenti che potranno tornarvi molto utili. Prima di tutto, cercate di chiarirvi le idee e ponetevi una serie di domande del tipo:

  • Dove cercare lavoro?
  • Quali sono i lavori dove si guadagna di più?
  • Quali sono le aziende che assumono?
  • Dove vengono pubblicati gli annunci di lavoro?

Solo cercando la giusta risposta ad ognuna di queste domande, avrete le idee chiare e potrete procedere in maniera proficua.

Per quanto riguarda la prima domanda, la risposta è: dappertutto! Non ponetevi limiti. Non sapete dove cercare lavoro? Possibilità ce ne sono davvero tantissime: iscriversi ai centri per l’impiego o alle agenzie interinali, consultare tutti i siti web e i giornali locali nei quali vengono pubblicati annunci di lavoro, iscriversi a gruppi, sui social network, dove si viene costantemente aggiornati sull’uscita di bandi, concorsi e aziende che cercano personale.

Per avere una buona probabilità di essere presi, inviate la vostra candidatura verso quelle aziende che assumono di più in Italia, dalle grandi catene commerciali, alle aziende pubbliche e private e a quelle operanti nel settore turistico e alberghiero, che tra l’altro sono anche quelle che offrono lavori dove si guadagna di più.

Come trovare lavoro con il giusto curriculum

Spesso non si presta molta importanza alla compilazione del curriculum, eppure è il vostro biglietto da visita quello grazie al quale potrete essere scelti oppure scartati dalla rosa dei possibili nuovi assunti, da parte di un potenziale datore di lavoro. Cercate di prestare la massima attenzione nella sua redazione ed evitate gli errori più comuni

No ai curriculum chilometrici con mille esperienze professionali differenti e talvolta opposte

Chi leggerà il vostro curriculum dovrà avere la possibilità di leggerlo in pochissimi minuti e dovrà farsi un’idea chiara sulle vostre capacità. Il curriculum andrà redatto in maniera pulita, semplice e sintetica.

No all’approssimazione

Se inserite le vostre precedenti esperienze lavorative, fatelo in maniera completa, inserendo il periodo preciso d’inizio e cessazione del rapporto di lavoro, la mansione ricoperta e l’azienda presso la quale si è svolta l’attività.

Non scrivete cose poco veritiere

Ad esempio sul tipo conoscenza fluente della lingua inglese quando in realtà si conoscono giusto 2-3 parole. Non dimenticate che poi al colloquio, nel 99% dei casi, verrete scoperti.

Ora che avete pronto il vostro bel curriculum, non sapete a chi inviarlo?

Il nostro consiglio è, prima di tutto, dare un’occhiata ai siti delle aziende che maggiormente vi attirano e che assumono in posizioni lavorative per voi interessanti. La maggior parte contengono la voce lavora con noi, consultandola potrete visionare le posizioni ancora aperte e nel caso non ce ne fossero potrete comunque inviare il vostro curriculum che verrà ugualmente preso in considerazione, se considerato particolarmente interessante.

Come trovare lavoro puntando sulla propria formazione

Il modo migliore per trovare lavoro è quello di investire su voi stessi e sulle vostre capacità. Oggi, esistono un grandissimo numero di corsi che potrete seguire per specializzarvi in un determinato settore o affinare le vostre conoscenze. Da corsi specifici che si occupano di contabilità aziendale, marketing strategico, a quelli indirizzati al settore turistico o allo sviluppo di siti web. Nella scelta, l’unica cosa importante è cercare sempre di assecondare le vostre attitudini. Da corsi più specifici si può passare poi a corsi trasversali che possono tornare utili qualsiasi tipo di lavoro voi decidiate di fare, come ad esempio un corso di lingua inglese, ormai richiesto in tutti i tipi di lavoro, o corsi di informatica che vi offriranno le conoscenze base, fondamentali in un mondo del lavoro competitivo e sempre più volto all’innovazione tecnologica.

Purtroppo non è affatto un clichè e chi è alla ricerca di un lavoro lo sa bene: oggi se non si ha dimestichezza con la lingua inglese e non si ha una conoscenza informatica di base, si viene tagliati fuori dal mondo del lavoro.

Tra le prime cose richieste al colloquio sono proprio la conoscenza dell’inglese e l’uso del PC.

Allora, perché arrivare impreparati? Seguite queste piccole dritte e la ricerca di un lavoro diverrà cosa per comuni mortali. Un ultimo consiglio, perseverate ed abbiate pazienza, prima o poi l’occasione giusta vi si presenterà davanti e dovrete solo coglierla al volo.