Il giusto materasso per un sonno migliore

Tutti sanno che il segreto per affrontare bene la giornata e sentirsi pieni di energia fino a sera sia avere una rigenerante notte alle spalle, ciò che invece troppo spesso si trascura è l’importanza di riposare su un supporto adeguato. Molto spesso infatti l’origine di dolori muscolo-scheletrici, di stanchezza cronica e di insonnia è da ricercare nel materasso che si utilizza. Visto l’impatto che ha nella vita quotidiana di chiunque, in questo articolo prendendo spunto da uno degli articoli più completi per la scelta dei migliori materassi in memory foam, parleremo appunto dei vari tipi di materasso presenti sul mercato, valutandone caratteristiche e punti forti in modo tale da fornirvi informazioni utili per acquistarne uno nuovo, il più adatto alle vostre personali esigenze.

In questo articolo nello specifico prenderemo in considerazione le quattro principali tipologie di materassi in commercio, ma vediamo nel dettaglio.

1. Materassi in memory foam
La prima tipologia di materassi di cui abbiamo scelto di parlare è quella dei modelli in memory foam, un’innovativa tecnologia che di giorno in giorno diventa sempre più popolare e non fa che collezionare feedback positivi fra gli utenti che l’hanno già sperimentata. Si tratta di materassi realizzati sovrapponendo fra loro strati di schiuma di differente densità che hanno la peculiarità di adattarsi perfettamente alla conformazione del corpo così da non creare alcuna tensione nelle aree più sensibili come ad esempio il collo e la schiena. Questi sono i preferiti dalla maggior parte dei consumatori che riferiscono di aver risolto molti dei problemi legati alla posizione notturna da quando hanno acquistato un materasso in memory.

2. Materassi a molle
Sono senza dubbio i più conosciuti e, nonostante siano in commercio da tantissimo tempo, conservano ancora una posizione di prestigio fra i competitor. La caratteristica importante da ricordare se si sta per acquistare un materasso a molle riguarda non tanto il numero di molle presenti quanto la qualità di produzione per far si che garantiscano un corretto sostegno. Un grande vantaggio di questo modello di materassi è dato dalla possibilità degli utenti di scegliere fra tipologie più o meno rigide in base alle proprie preferenze. Un difetto invece di cui molti si lamentano è la tendenza a perdere l’adeguata rigidità con il passare del tempo.

3. Materassi in lattice
I materassi in lattice sono quelli realizzati utilizzando una particolare gomma naturale o sintetica che viene modellata al fine di creare un materiale, il lattice, che offre un benefico supporto al corpo nelle ore di riposo e assicura una generica sensazione di comfort. Proprio grazie a queste caratteristiche i materassi in lattice vengono spesso paragonati a quelli in memory foam senza però tralasciare la grande differenza dovuta alla rigidità, infatti il lattice esercita molta più forza sotto il peso del corpo risultando dunque molto più duro al contrario dei prodotti in memory che sembrano accogliere con più dolcezza il corpo durante la notte.

4. Materassi gonfiabili
L’elenco dei modelli di materassi fra cui scegliere si conclude con quelli gonfiabili che sono dotati al loro interno di una camera d’aria e all’esterno sono costituiti da un sottile strato di schiuma. Questo modello è particolarmente indicato per chi è costretto a trascorrere molto tempo a letto, magari in seguito a traumi o operazioni, mentre per tutti gli altri non se ne consiglia un uso prolungato che può provocare mal di schiena o altri indolenzimenti.

Queste sono dunque le principali alternative da prendere in considerazione al momento di acquistare un nuovo materasso o sostituire il proprio, ognuno saprà individuare il modello più adatto alle proprie esigenze anche se va detto che quello in memory foam resta senza dubbio la scelta più consigliata.