Investire in Asia? Sì, in Cina si può

Ormai rappresenta la potenza mondiale numero uno ed è il caso di pensare di esporsi di più sui mercati cinesi.

Perché investire in Cina

Il suo PIL lo scorso anno ha registrato un incremento dell’8%, nonostante la crisi.

I consumi interni non sono diminuiti, ma cresciuti. Così sullo stesso piano le urbanizzazioni, la tecnologia e la green economy.

C’è uno sviluppo rapido di una classe media che crea posti di lavoro e che esporta/importa capitali.

Dal 2018 i cinesi sono entrati nel Morgan Stanley Capital Index e quindi l’esposizione ai suoi mercati è stata agevolata.

Infine è accresciuto il numero dei fondi (italiani) specializzati sulle azioni cinesi.

 Come si investe in Cina: gli ETF

Ora è chiaro che se non siete fan degli ETF, ma piuttosto dei SICAV allora meglio preferire fondi come questo Sicav AMUNDI FUNDS.

Gli ETF sono lo strumento finanziario più semplice per esporsi in Cina e lo si può fare esponendosi su un vasto indice di mercato.

I titoli sul mercato cinese sono sono divisi in:

  • azioni A
  • azioni B
  • azioni H

 La prima categoria è dedicata agli investitori cinesi e a quelli esteri con licenze specifiche e limitazioni di condizioni. Le borse di riferimento sono Shangai o Shenzen.

La seconda è dedicata agli investimenti esteri e guardano alle stesse borse.

L’H è riferita ad azioni delle società cinesi quotate sulla borsa di Hong Kong e la cui liquidità si esprime in dollari. Questa è la preferita per i fondisti esteri.

Ricordiamo poi che ci sono anche ETF sul mercato di Hong Kong, sui mercati emergenti e su quelli asiatici.

Fra gli ETF cinesi più interessanti segnaliamo:

  • UBS ETF (IE) MSCI China A SF UCITS ETF (USD) A-acc
  • Xtrackers CSI 300 Swap UCITS ETF 1C
  • HSBC MSCI China Inclusion UCITS ETF

Indici cinesi

L’indice CSI 300: 300 titoli azionari con la più ampia capitalizzazione delle A.

FTSE China 30/18 Capped: replica aziende cinesi a grande e media capitalizzazione della classe A, B e tutte le altre.

FTSE China 50: 50 società cinesi più grandi quotate sulla borsa di Hong Kong.

Hang Seng China Enterprises: replica i più importanti titoli azionari H quotati su Hong Kong.

MSCI China/ China A/ China A Inclusion/ China All Shares Stock Connect Select/ China H

Il primo MSI replica le società cinesi più ampie e liquide quotate su Hong Kong, classe H, B, Red Chips e P Chips).

Il secondo replica i titoli A di aziende di più alto valore denominate in Renminbi e quotate sulle borse cinesi.

Il terzo MSI replica azioni cinesi di classe A che sono presenti nel MSCI Emerging Markets.

L’MSI China All Shares tocca, invece, titoli di grande e media capitalizzazione. Qui troviamo aziende in classe A, B, H, Red-chips e P-chips più quelle estere.

L’ultimo replica i titoli H più grandi e liquidi su Honk Kong.

Infine abbiamo l’ultimo indice S&P China 500 che replica le 500 società cinesi più grandi e liquide di tutte le classi azionarie.