Lavare il coprimaterasso: consigli e suggerimenti

lavare-coprimaterasso_800x534

Magari non sono sgargianti e colorati come cuscini o lenzuola ma anche i coprimaterasso sono un complemento importante nella nostra camera da letto, infatti proteggono il materasso dalla polvere, dagli acari e dall’usura. Quindi, così come il resto della biancheria da letto, è importante prendersene cura e lavarli frequentemente.

Nelle prossime righe parleremo proprio di come puoi pulire al meglio il coprimaterasso, se invece desideri scoprire alcuni consigli per la manutenzione del materasso clicca qui.

Lavare il coprimaterasso: istruzioni per l’uso

Ammettiamolo subito, il coprimaterasso non ci complica affatto la vita! Può essere lavato spesso senza troppe difficoltà, permettendoci di riposare sempre in un letto fresco e pulito.

Il primo accorgimento è di seguire sempre ciò che viene riportato sull’etichetta, per essere certi di lavarlo alla temperatura corretta che in genere è tra i 40 e i 60 gradi. Solitamente si può anche usare la centrifuga.

I coprimaterasso in pvc e quelli in fibra di bambù possono essere trattati in lavatrice ad una temperatura di 40 gradi mentre puoi lavare quelli in lino, dalle fibre naturali, soffici, anallergici e traspiranti, ad una temperatura di 60 gradi.

E i modelli in lana merinos? Anche in questo caso la prima regola è leggere l’etichetta ma di solito non c’è alcun problema a lavarli in lavatrice. Per un risultato ancora migliore, puoi trattare il coprimaterasso in lana, ancora umido, con delle spazzole particolari che eliminano i pelucchi che normalmente si annidano tra le fibre della lana. Tornerà nuovamente morbido e voluminoso.

Lavare il coprimaterasso: frequenza

Qualsiasi sia il lavaggio a cui avrai sottoposto il coprimaterasso, lasciarlo asciugare all’aria aperta contribuirà certamente a renderlo più fresco e pulito.

Per quanto riguarda la frequenza del lavaggio, non c’è una vera e propria regola, affidati al tuo intuito e tieni conto delle tue necessità. Un intervallo di 15 o 20 giorni potrebbe andare bene, così come una volta al mese.

Un consiglio: fai in modo di avere in casa almeno un paio di coprimaterasso, in modo da poterli cambiare senza doverli lavare ed asciugare in tutta fretta.

Lavare il coprimaterasso: i consigli della nonna

L’olio di neem, l’olio di tea tree e olio di eucalipto sono oli con proprietà antibatteriche, antiparassitarie e antisettiche. Aggiungi qualche goccia di uno di questi oli in un nebulizzatore con dell’acqua e spruzzala sulla superficie del coprimaterasso. Ripeti il trattamento dopo ogni lavaggio e gli oli protegeranno il tuo letto da acari e batteri. È importante, però, arieggiare e lasciar asciugare bene il coprimaterasso.

L’odore di questi oli è particolarmente intenso perciò assicurati che non dia fastidio a te o o alla persona che dorme con te.