Maitake: Ottima Commestibilità e Proprietà Benefiche

fungo-maitake_800x535

Il Maitake è un delizioso fungo alimentare, tradizionalmente utilizzato in Giappone sia come rimedio che come alimento da oltre 3000 anni. Storicamente è stato utilizzato come tonico adattogeno, per promuovere quindi le condizioni di salute generale e di benessere.  È uno dei funghi più studiati e le ricerche effettuate di recente sono state rivolte prevalentemente ai suoi effetti nelle malattie degenerative.

Questo fungo è un valido alleato nel dimagrimento e nel controllo del peso.

Non solo, abbassa la pressione arteriosa, previene il diabete, regola il colesterolo e protegge il fegato, insomma effettua un’azione positiva anche nei confronti di tutte quelle patologie legate all’eccesso di peso.

Il maitake è composto da circa il 68,4 %, d’ acqua, l’1,6 % di proteine, l’1 % di grassi, carboidrati, 6 % di fibre alimentari e l’1,1 % di ceneri.

Il maitake contiene potassio, magnesio, calcio, ferro, fosforo, zinco, sodio, rame e selenio.

Per quanto riguarda le vitamine nel fungo sono presenti le vitamine B1 o tiamina, B2 o riboflavina, B3 o niacina, B5 o acido pantotenico, B9 e D2. Sono presenti anche polisaccaridi tra cui i beta-glucani.

Le proprietà e benefici sono:

  • Longevità: i funghi maitake sono utilizzati da secoli in Giappone come rimedio naturale per moltissimi malanni e la tradizione popolare da sempre gli attribuisce proprietà utili a promuovere la longevità.
  • Abbassa il colesterolo: negli ultimi anni si sono svolti parecchi studi al fine di verificare le presunte proprietà di questo straordinario prodotto della natura. Uno studio ha dimostrato come 4 settimane di assunzione di estratto di maitake siano sufficienti ad abbassare i livelli di colesterolo nel fegato.
  • Sistema immunitario: una delle principali proprietà documentate del Maitake è quella che riguarda il supporto al nostro sistema immunitario. Sono stati condotti studi che hanno dimostrato i benefici a doppio senso che questo fungo esplica nei confronti del sistema immunitario. Da un lato i principi attivi del fungo controllano l’attività del sistema immunitario evitando che questo entri in uno stato di eccesso di attività mentre, dall’altro, sono in grado di stimolare una risposta del sistema immunitario, quando determinate circostanze lo richiedono.
  • Protegge i vasi sanguigni: i benefici dei funghi maitake si ripercuotono anche sul sistema cardiovascolare e più precisamente nella protezione delle pareti dei vasi sanguigni, con conseguenti vantaggi in termini preventivi di alcune patologie, come ad esempio l’aterosclerosi.
  • Pressione sanguigna: un altro aspetto terapeutico del fungo che è stato dimostrato da studi scientifici è la capacità di abbassare la pressione sanguigna. In Giappone sono in molti i medici che utilizzano il fungo per abbassare la pressione sanguigna.
  • Antitumorale: Per quanto riguarda le proprietà anti tumorali del maitake, uno dei pochi studi condotti sugli esseri umani, è del 2009 e dimostra come il fungo sia in grado di stimolare il sistema immunitario per contrastare il tumore al seno. Ad oggi il maitake è utilizzato con risultati positivi prevalentemente per evitare l’avanzamento del tumore. Più recentemente, uno studio ha dimostrato come i funghi maitake siano in grado di inibire la crescita del tumore al colon.
  • Radicali liberi: ha un buon contenuto di antiossidanti la cui attività è in grado di contrastare gli effetti nocivi dei radicali liberi. Questa caratteristica del maitake aggiunta alla riduzione della pressione sanguigna e del colesterolo fanno di questo fungo un alimento ideale per preservare la salute del sistema circolatorio e quindi del cuore.
  • Glicemia: vi sono studi che tendono a dimostrare la capacità che il fungo ha di regolare i livelli di zuccheri nel sangue. Questa proprietà del fungo, se dimostrata scientificamente, potrebbe rivelarsi molto utile per arginare lo sviluppo del diabete di tipo 2.

NB: attualmente sono in corso studi per approfondire le proprietà del maitake per quanto riguarda la cura del tumore al polmone ed al fegato. Si stanno anche studiando gli effetti che questo singolare fungo può avere sul virus HIV / AIDS.