Non riesco ad inviare e ricevere posta: cause comuni

3

Dagli anni a cui era in voga il volantinaggio a domicilio sono passati molti anni, oggi infatti vengono utilizzate le e-mail a scopi di comunicazione privata, aziendali ma anche promozionali; non sempre utilizzare le mail riesce perfettamente, capiamo insieme le principali motivazioni.

Inviare messaggi di posta elettronica non dovrebbe essere poi molto complicato: accediamo al nostro programma di posta elettronica, inserendo le credenziali, clicchiamo su “nuovo messaggio”, digitiamo il destinatario, alleghiamo eventuali file, ed il gioco è fatto, dopo aver premuto su invia.

Ma quante volte sarà capitato di non riuscire ad inviare un messaggio di posta elettronica, e questo può essere realmente un problema, se si usa la posta elettronica per motivi di lavoro. Vediamo, quindi, quali sono le cause che impediscono ad una qualunque persona di inviare posta elettronica.

La prima potrebbe essere la cosiddetta “autenticazione mail che non funziona a dovere”: qui bisognerà controllare nuovamente il nome utente e la password, qualora si stesse utilizzando un sistema di autenticazione STMP come SSL. La seconda causa potrebbe essere un “problema di porta”: il provider di Internet potrebbe bloccare la porta 25, ma si potrebbe optare per la porta 587.

La terza causa potrebbe risiedere in un errore delle impostazioni SMTP. È questa una delle cause più comuni che impediscono di inviare una e-mail. L’ultima problematica, infine, potrebbe essere collegata al firewall o antivirus: bisognerà, in questo caso, predisporre il proprio antivirus ad una regola di eccezione per l’STMP.

Oppure, molto più frequentemente, non si riesce ad inviare la posta elettronica e neppure a riceverla per problemi di connessione. Questo probabilmente è dovuto ad una connessione ad Internet poco valida, oppure malfunzionante. Nel caso in cui nel messaggio di posta che si desidera inviare si debba caricare anche un allegato di dimensioni notevoli, è poi probabile che il servizio di posta elettronica fatichi un po’ ad inviare il messaggio.

E non è infrequente che molti utenti di Internet lamentino disservizi proprio nella ricezione della posta elettronica. Vediamo quindi le cause di una mancata ricezione di posta elettronica (ovviamente, senza addentrarci in particolari informatici ostici). La prima causa di una mancata ricezione, o meglio, di una ricezione che è avvenuta, ma è finita nella cartella sbagliata, è identificabile nel ricevere una mail nello spam: si sta aspettando una e-mail, ma questa non arriva (ma, in compenso, è proprio lì nello spam).

A volte, invece, può capitare che lo stesso provider abbia guasti oppure vada incontro a disservizi, e che quindi necessiti di tempo per risolvere ed aggiustare.

Ma come possiamo verificare che la nostra connessione ad Internet funzioni correttamente? Perché, come abbiamo detto prima, spesso la ricezione della posta ed il suo invio, possono dipendere da un malfunzionamento della connessione ad Internet. Cliccando su adsl speed test online è facile e veloce verificare che la nostra velocità di Internet sia abbastanza efficiente, per permettere di ricevere ed inviare messaggi di posta elettronica.

Con testvelocita.it si può indagare le cause di eventuali malfunzionamenti della connessione ad Internet. Questo sito, veloce e gratuito, effettua una scansione della velocità di connessione ad Internet, individuando 4 parametri fondamentali, che sono: la velocità di download (ovvero il tempo necessario dal dispositivo a scaricare un contenuto dalla rete al device), la velocità di upload (il tempo impiegato dal dispositivo a caricare un contenuto in rete), il valore di ping (che quantifica in millisecondi la quantità di tempo impiegata dal device ad ottenere una risposta dal server) ed il jitter, che non è altro che un valore che indica differenti misurazioni di ping. Il ping ed il jitter indicano, in sostanza, la stabilità della connessione ad Internet.

Un valore fondamentale da tenere sotto osservazione nell’invio di messaggi di posta elettronica con allegati pesanti è sicuramente la velocità di upload, in quanto questa indica quanto tempo impiegherà il nostro dispositivo a caricare l’allegato (e ad inviarlo) direttamente sulla posta elettronica. Spesso, però, la velocità di upload non si discosta molto dai 20 Mbit/s, anche se si dispone di una connessione fibra ottica. 20 Mbit/s è comunque un valore valido per inviare messaggi di posta elettronica di una certa grandezza, come foto, PDF oppure documenti word di notevoli dimensioni.