Parquet di Bamboo: ti spiego quali sono i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta

pavimento-bamboo_800x416

Il parquet è la scelta più diffusa quando, in fase di ristrutturazione o costruzione da zero della propria casa, si deve decidere la pavimentazione della zona notte.

Nelle camere da letto il parquet crea un’atmosfera calda ed accogliente e conferisce alla stanza estrema eleganza: ma qual è il tipo di parquet migliore in questi casi?

Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede il bamboo: il parquet di bamboo infatti si distingue per la sua durezza, per l’estrema stabilità e per l’interessante rapporto qualità/prezzo.

Se sei alla ricerca di una valida alternativa al legno classico, continua a leggere questo articolo: di seguito ti spiego quali sono i vantaggi e gli svantaggi derivanti dalla scelta del parquet di bamboo.

Scegliendo il bamboo aiuti a proteggere l’ambiente.

Prima di ancora di parlarti dei pro e dei contro associati alla scelta di un parquet di bamboo, vorrei ricordarti che scegliendo questo materiale potrai contribuire alla tutela dell’ambiente.

Legni come il rovere, per esempio, una volta tagliati hanno bisogno di diversi anni per crescere: il bamboo una volta tagliato ricresce nel giro di sei o sette anni e, soprattutto, cresce in modo spontaneo.

Da un punto di vista botanico infatti il bamboo è un’erba non una pianta ed è in grado di raggiungere il massimo sviluppo in poco più di un anno: per questo motivo è possibile raccoglierlo ogni anno.

Dunque utilizzare il bamboo vuol dire proteggere intere foreste che purtroppo stanno scomparendo e preservare la biodiversità.

Parquet di bamboo: quali sono i pro ed i contro di questa scelta?

Vediamo adesso insieme quali sono i vantaggi ed i relativi svantaggi che la scelta del parquet di bamboo comporta.

Vantaggi del bamboo.

Il primo importante vantaggio del parquet di bamboo è la durezza: il bamboo è un materiale molto resistente, capace di resistere nel corso degli anni ai segni del tempo e dell’usura.

In particolare il bamboo non carbonizzato ha una qualità addirittura superiore alla quercia rossa americana.

Il bamboo è un materiale elegante e permette di arredare con estrema facilità tutti quegli ambienti caratterizzati da uno stile minimal e moderno: se sei attento alle ultime tendenze e non vuoi rinunciare alla qualità, questo è il materiale che fa al caso tuo!

L’abbondanza del bamboo in natura e l’essere facilmente reperibile fanno in modo che il rapporto qualità/prezzo sia ottimo, se confrontato con il legno classico.

Il mercato offre inoltre un’ampia scelta di colori e stili, adatti a soddisfare tutte le esigenze dei consumatori.

Il bamboo è la scelta migliore per tutti coloro che sono amanti della bioedilizia e dell’arredamento sostenibile, il solo che permette di tutelare la salute dell’ambiente.

Svantaggi del bamboo.

Come qualsiasi altra scelta anche quella del parquet di bamboo porta con se alcuni svantaggi, vediamoli insieme.

Il bamboo è un materiale resistente alle sollecitazioni ma, allo stesso tempo, si graffia facilmente: scarpe, tacchi, animali domestici e sassolini sono i suoi principali nemici.

Pur essendo resistente all’acqua, non è immune a muffe e deformazioni oppure scolorimenti: quindi se stai pensando di utilizzarlo anche nel tuo bagno, te lo sconsiglio vivamente.

Dopo aver scelto un parquet di bamboo, assicurati sempre di verificare come è stato prodotto e chi lo ha fatto: molti pavimenti in bamboo sono presi dalla Cina, dove molto spesso si utilizzano sostanze tossiche come la Formaldeide.

Scegli solo materiali che sono stati prodotti da professionisti QUALIFICATI  e CERTIFICATI.

Ti ricordo infine di preferire professionisti anche per essere sicuro che sia stato reperito in modo corretto: pur crescendo in tempi veloci e senza il bisogno di particolari trattamenti, perde la caratteristica eco-friendly se viene reperito attraverso un disboscamento non selettivo e se trattato con pesticidi tossici.