Parquet e travi di legno, quanto il tarlo attacca meglio correre ai ripari

microonde tarli travi parquet

Il legno in casa è un ottimo elemento di arredo ed anche un buon materiale per rivestire parete i e pavimenti. La sua particolare duttilità lo rende facilmente utilizzabile per risolvere determinate problematiche ed ancora oggi è un valido materiale per la costruzione, l’isolamento termico e l’arredo.

Pavimenti in parquet e travi di legno nel tempo vanno trattati per mantenere a lungo il loro aspetto naturale e bello e soprattutto difesi dai fastidiosi parassiti che solitamente infestano questo materiale. Stiamo parlano del tarlo ovviamente. Questo mangiatore di legno vive all’interno della struttura e si ciba della parte più tenera ricca di cellulosa. Scava delle autentiche gallerie lasciando buchi antiestetici e col tempo, se non debellato, potrebbe addirittura minare la struttura dei nostri mobili o delle travi creando danni bene più gravi.

I sistemi di disinfestazione ecologici contro i tarli del legno

Molte persone credono di poter fare fuori questi insetti adoperando veleni e antiparassitari ma solitamente quando sia arriva a vedere i piccoli fori su parquet, travi e mobilio vuol dire che l’infestazione ha raggiunto livelli alti. In questi casi bisogna rivolgerci a dei disinfestatori professionisti, persone specializzate in questo settore. I costi dell’operazione variano secondo la densità della contaminazione degli ambienti circostanti, e solo dopo un’attenta e accurata ispezione l’addetto potrà dirvi come agire e con che metodo eliminare i fastidiosi tarli.

Oggi sono stati ormai archiviati tutti quei metodi chimici perché dannosi per la salute degli inquilini e perché comunque poco efficaci per debellare il parassita. Per le travi di legno e le pavimentazioni, un metodo molto usato ed anche estremamente efficace è l’antitarlo a microonde. La tecnica è effettuata usando un apposito macchinario che trasmette appunto onde elettromagnetiche. Come per la cottura dei cibi, queste approvazioni andranno a riscaldare solo le parti molle e contenenti acqua quindi, in questo caso solo gli insetti, le larve, le uova.

Liberati dai tarli una volte per tutte con un sistema innovativo di disinfestazione

E’ un sistema molto pratico e poco invasivo che si effettua stesso nell’appartamento e senza materiali ingombranti. Il disinfestatore dopo la perlustrazione delle aree infestate farà una serie di applicazioni fino a quando ogni tarlo sarà debellato. Quest’operazione può richiedere diverse applicazioni e in seguito si dovranno fare nuove ispezioni per vedere se il fenomeno è definitivamente scomparso.

Il sistema a microonde non danneggia i mobili ed è particolarmente adoperato nella zona interessate dal fenomeno dove normalmente non ci si può arrivare con il sistema per soffocamento o ad aria calda che prevede l’impacchettamento dei mobili con materiale plastico a tenuta stagna. Quest’ultimo metodo è sicuramente più ecologico ma si adopera per quadri antichi e mobili d’epoca che hanno sicuramente pezzi di ferro che con il sistema a onde elettromagnetiche potrebbero rovinarsi.

Chiedere l’ausilio di un disinfestatore professionista vi farà sicuramente risparmiare tempo e denaro. Ricordate sempre che quanto prima s’interviene tanto prima si evita il proliferare di questo parassita, se poi si pensa che ogni tarlo adulto può addirittura fare sessanta uova allora si può facilmente capire come un insetto così piccolo può dilagare anche in un ambiente molto grande finendo per infestare tutta la casa.