Stufe a pellet: calore silenzioso e ancora più economico

stufa pellet

Sistema di autopulizia, assoluta silenziosità e convenzione naturale per ridurre i consumi, questo promettono e mantengono le nuove stufe a pellet Ravelli.

Coloro che hanno scelto di riscaldare il loro ambiente con stufe a pellet, talvolta, si lamentano di un particolare problema: il rumore causato dal sistema di ventilazione.

C’è, però, chi sceglie di vivere il calore domestico al massimo dell’efficienza e degli optional.

Le stufe a pellet silenziose esistono eccome e, tra queste, citiamo le nuove stufe a marchio Ravelli, con sede a Brescia, uno dei marchi italiani più prestigiosi nel campo del riscaldamento intelligente, innovativo, ecosostenibile ed economico.

L’assoluta silenziosità delle stufe Ravelli viene assicurata dal moto convettivo, che elimina per sempre la rumorosa ventilazione forzata.

L’innovazione tecnologica scelta da Ravelli

La Ricerca Ravelli non si ferma, ovviamente, alla funzionalità silenziosa.

Un anno fa, nel presentare le sue nuove stufe a pellet, che rappresentano il risultato dell’innovazione tecnologica nel settore delle biomasse, ha annunciato anche il sistema di autopulizia della stufa, che elimina l’incombenza della manutenzione quotidiana.

La sua ricerca tecnologica è arrivata a sfidare non soltanto l’inquinamento ma anche il risvolto economico e di grande risparmio nei consumi relativo all’uso di questi impianti.

Le Ravelli stufe offrono altro, molto di più. La convenzione naturale, ad esempio.

Si chiama convenzione naturale in quanto è il sistema di riscaldamento più antico che si conosca, sfruttato già al tempo dei Romani. Questo sistema azzera ogni genere di dispersione e, di conseguenza, riduce ancora di più i consumi.

Come funzionano le stufe a pellet a convenzione naturale

Cos’ha di particolare la stufa a convenzione naturale?

E’ in grado di attrarre i flussi freddi d’aria dal basso trasformandoli in flussi caldi rilasciati dall’alto.

Quando, in diverse aree di uno stesso ambiente, sono presenti vari gradi di temperatura, si scatenano moti convettivi causati dalle differenti densità: la zone più calde, avendo una densità minore, tendono a spostarsi verso l’alto mentre quelle più fredde, più pesanti, si spostano verso il basso.

Le stufe a pellet a convenzione naturale, trasformando i flussi freddi in caldi, ridonano il giusto equilibrio alla temperatura di un intero ambiente.

Questa nuova categoria di stufe offre altri vantaggi: eliminano la necessità di ventilazione forzata, sono più silenziose ed efficienti in fatto di consumo elettrico. La maggiore efficienza porta all’ottimizzazione del consumo e, quindi, al risparmio.

Le stufe a pellet a convenzione naturale possono sembrare il massimo della tecnologia al servizio del riscaldamento, ma Ravelli è voluta andare oltre chiedendo ancora di più: la Dual Technology che combina la convenzione naturale alla ventilazione allo scopo di produrre un calore immediato nell’ambiente.

Questo ulteriore vantaggio non va, di certo, a scapito dell’assoluta silenziosità e del basso consumo energetico, che restano invariati.

A questo aggiungiamo il touch display per una gestione ancora più intelligente della stufa a pellet cui consegue un’ulteriore gestione dei costi per il massimo della sicurezza.