Volkswagen presenta a Parigi una vettura elettrica da 500 km di autonomia?

Volkswagen Passat GTE

Mentre resta ancora ben acceso il caso “Dieselgate”, vicenda che ha portato alla scoperta di gravi irregolarità nella gestione del sistema anti-inquinamento di alcune vetture con motore a gasolio, la Volkswagen è pronta a farsi perdonare lanciando un progetto importante sul mercato. L’azienda sa che il futuro è segnato dall’arrivo delle auto elettriche e per questo dopo il minibus Budd-e, presentato lo scorso gennaio direttamente al CES di Las Vegas, arriva l’intenzione di puntare su una nuova macchina a zero emissioni.

Secondo le prime indiscrezioni al Salone di Parigi (che si terrà dall’1 al 16 ottobre) potrebbe essere lanciata un’auto elettrica con una storica potenza a livello di autonomia.

L’indiscrezione arriva grazie a un magazine britannico il quale fa riferimento a questa auto, ancora sprovvista di un nome ufficiale, che sarà progettata con un solo obiettivo: lanciare ufficialmente il guanto di sfida a Tesla, marchio californiano che è leader del settore. Tesla infatti ha in programma il super lancio di quella che hanno già definito come la “berlina compatta” Model 3 (si pensa che la macchina possa arrivare in Europa all’inizio del 2018) e Volkswagen non vuole restare a guardare.

La svolta Volkswagen: l’auto elettrica di massa

Perché è fondamentale puntare sull’elettrico? Come ha spiegato di recente Elon Musk, numero uno di Tesla, il futuro sarà segnato da macchine a emissioni zero e già con l’arrivo della Model 3 l’azienda americana potrebbe arrivare a vendere circa 500.000 unità all’anno. E con questi dati diventa impossibile scegliere di restare indietro e non mettersi in gioco per fronteggiare i leader del mercato.

La “rivoluzionaria” Volkswagen elettrica dovrebbe (e qui il condizionale è quasi un obbligo) sbarcare al Salone di Parigi con un design che ricorda le dimensioni della Golf 7, ma al suo interno potrebbe richiamare alla nostra mente una Passat. Pare che il desiderio dia quello di lanciare la macchina subito dopo il debutto parigino, con una scadenza prevista per la fine del 2018 o, al massimo, per i primi mesi del 2019. Praticamente sarà un progetto che si presenta simile alla e-Golf, ma con oltre 480 km di autonomia e una ricarica che sarà portata a termine in massima velocità dopo solo 15 minuti. Ma soprattutto si mormora che possa costare rispetto al modello che monta un motore endotermico.

Già da qui si capisce quanto sia pretenziosa questa macchina: se ci concentriamo infatti sull’autonomia di oltre 480 km verso i 500 km dobbiamo precisare che sarà necessario avere a bordo almeno 50/60 kWh di batterie. Inoltre per assicurare una ricarica veloce, anzi ultra veloce (15 minuti sono davvero pochissimi) Volkswagen dovrà affidarsi alla tecnologia che ha già messo in mostra con la Porsche Mission E: si tratta della tensione di ricarica innalzata a 800 volt.

Per ora però queste news non sono ancora state confermate dai portavoce di Wolfsburg che hanno addirittura preferito non commentare. In realtà sappiamo bene che la conferma più concreta potrebbe arrivare proprio dall’evento francese. Ci sarà o non ci sarà la nuova Volkswagen 100% elettrica al Salone di Parigi?