Come scegliere l’alimentatore per un pc gaming

come scegliere alimentatore per pc_750x600

Dopo un’attenta riflessione avete deciso di assemblare il vostro nuovo pc da gaming e state procedendo gradualmente all’acquisto di tutte le componenti hardware? Se la risposta è affermativa, allora siamo certi che vi sarà utile leggere una breve guida su come scegliere l’alimentatore per pc da gaming più adatto alle vostre esigenze. Infatti, benché sia spesso ingiustamente sottovalutato, questo componente influisce significativamente sul buon funzionamento del computer. Vediamo quindi insieme come scegliere un eccellente PSU (power supply unit).

Scegliere un alimentatore di ottima qualità in base alla sua potenza

Il compito di un alimentatore per pc è quello di fornire un flusso continuo e stabile di corrente alle componenti. Chiaramente, se è vostra intenzione assemblare un computer parecchio prestante, dovrete premurarvi di scegliere un alimentatore in grado di sostenere tale efficienza, affinché non risulti instabile durante l’utilizzo. Il primo parametro da valutare è quindi la potenza. Potete fare un calcolo approssimativo dell’energia che le componenti utilizzeranno e protendere dunque sull’acquisto di un alimentatore adeguato. Consigliamo sempre di arrotondare per eccesso: per esempio, se avete stimato che il vostro pc arriverà a consumare 300 W, optate per una PSU da 400-500W

Scegliere un alimentatore per pc da gaming in virtù della sua efficienza

Anche l’efficienza di un alimentatore è un parametro da tenere in forte considerazione se si vuole fare un acquisto ponderato e duraturo nel tempo. Essa si misura in percentuale, semplicemente rapportando tra loro la potenza emessa dal sistema e la potenza assorbita dalla rete elettrica. Questo aspetto è importante per evitare che il vostro pc consumi una quantità smodata di energia e si surriscaldi.

Consigliamo di optare sempre per un alimentatore per pc contrassegnato dall’apposito bollino 80 Plus, stante ad indicare che possiede un’efficienza pari o superiore all’80%. Per fare un esempio, la fascia più alta è indicata dal bollino 80 Plus Titanium e detiene un’efficienza che arriva al 96%. In ogni caso, a disposizione sul mercato esistono PSU con 6 diversi tipi di bollini: Standard, Bronze, Silver, Platinum e, infine, il già citato Titanium.

Scegliere un alimentatore full modulare per il proprio computer

La modularità è un fattore non meno importante da tenere in considerazione quando ci si approccia all’acquisto di una nuova PSU. Gli alimentatori non modulari hanno uno svantaggio piuttosto rilevante, ovvero, possiedono una quantità enorme di cavetti spesso inutili. Ciò non sarebbe un grande problema, se non fosse che sono fissi e irremovibili.

Va da sè che tanti cavetti costituiscono un inutile ingombro per chi desidera assemblare un pc da gaming e vuole mantenere un certo ordine all’interno del case. Il nostro consiglio, in questo caso, è quello di scegliere in prima battuta un alimentatore per pc da gaming modulare. Esso vi permetterà di collegare solamente i cavi realmente necessari e risparmiare così spazio. Non è solo una questione di estetica e logistica: un case sgombro risulta essere molto più arieggiato e preserva così le componenti presenti al suo interno dal surriscaldamento. Teniamo tuttavia a fare una precisazione: i PSU totalmente modulari sono tanto comodi quanto costosi. Un compromesso può essere scegliere un alimentatore semi-modulare che presenta fissi solamente i cavi fondamentali.

Scegliere sempre un alimentatore con standard elevati di sicurezza

Questo ultimo punto dovrebbe essere piuttosto scontato, ma teniamo comunque a ribadirlo. Scegliete sempre PCU di eccellente qualità e in grado di garantire la massima sicurezza. Ricordiamo che quando si tratta di corrente elettrica è sempre meglio prevenire eventuali incidenti e, dunque, assicurarsi che l’alimentatore possieda adeguate protezioni contro:
– la sovratensione
– la bassa tensione
– il sovraccarico
– la sovracorrente
– il surriscaldamento